I figli degli uomini

USA 2006 Regia: Alfonso Cuaròn Durata: 114 minuti

Cast: Clive Owen, Julianne Moore, Michael Caine, Chiwetel Ejiofor, Charlie Hunnam, Claire-Hope Ashitey

Immaginate cosa avrebbero scritto Huxley e Orwell se avessero potuto farlo ai giorni nostri.
Un nuovo, impavido, mondo in cui è impossibile procreare per cause misteriose (è il bello della fantascienza), un’Inghilterra che remprime l’immigrazione con la violenza.
Un mondo non troppo lontanto dal nostro (e non solo temporalmente), un futuro estremizzato ma quasi plausibile, una rappresentazione efficace della Terra del domani.
Avrebbe dovuto, e potuto, essere un film fortemente umanista, ma purtroppo è farcito di inutili (e fastidiosi) simbolismi religiosi. Ed ecco che l’unica donna incinta sul globo, ultima speranza di un’umanità distrutta, diventa un rimando troppo poco velato alla vergine Maria.
Il finale è decisamente irritante (forse perchè troppo ottimista), in netto contrasto con il resto del film, e soprattutto con lo splendido pre-finale.
Con una trama simile e con un impatto visivo di tale calibro sarebbe bastato limitare i dialoghi (alcuni sono proprio di troppo) e lasciar parlare le immagini per sfiorare il capolavoro iperbolico.
E’ un film di un fantarealismo apocalittico che spesso lascia senza fiato.
A rafforzare il realismo intervengono spesso dei pianosequenza, da capogiro quello del prefinale.
La colonna sonora è semplicemente stupenda.
Uno dei migliori film della passata stagione.


[sette e mezzo]

dome

Annunci

28 pensieri su “I figli degli uomini

  1. In alcuni punti visivamente è davvero emozionante direi, come quando tutti i soldati si fermano per far uscire la ragazza e clive owen.Il doppiaggio della ragazza faceva un po’ pena però…

  2. Alla proiezione per la stampa a Venezia, io ed un paio di amici, al piano sequenza con la morte di Julianne Moore ci siam messi ad applaudire.

  3. Però… dal trailer mi sembrava la classica americanata cazzona..La tua rece mi incuriosisce non poco, pertanto penso proprio che lo vedrò..

  4. @angelo: già, fai bene a segnalarlo, il doppiaggio della ragazza è penoso@conte nebbia: io mi sono un attimo trattenuto dato che ero a casa e poi mi mandano dall’analista, ma se fossi stato in pubblico non avrei resistito all’applausone scrosciante ^^@trinity: no no è ben lungi dall’essere un’americanatafammi sapere allora!dome

  5. Cuaron è davvero bravo e in questo film dimostra le sue enormi capacità registiche. I pianosequenza sono da brivido, la fotografia grigia-bluastra e fumosa splendida. Anche se mi ha lasciato un po’ così. Riconosco le doti tecniche ma ci vedo poco sentimento.

  6. A me al cinema piacque davvero molto , ma non lo vedo da allora quindi mi servirebbe una revisione (ho già cmprato il dvd cmq). Forse però hai ragione quando scrivi che il finale è un po’ in contrasto col resto, ma visivamente parlando l’apocalisse raffigurata a me è piaciuta molto, terribilmente inquietante.

  7. io mi aspettavo un finale un po’ diverso, fatto sta che questo mi ha lasciato un pochettino perplessoanche a me è piaciuto molto, e lo rivedrei più che volentieri un peccato che io me lo sia perso al cinemain tutti i casi, visivamente parlando, c’è solo da applaudire

  8. Sì, notevole.Con 3 punti di forza ad elevarlo: una fotografia maestosa (adoro quelle tinte di grigio), una linea narrativa molto rigorosa e coerente, un bravo Clive Owen.Ma sono d’accordo con te: si poteva arrivare ad un risultato ancora migliore.

  9. Questo aspetto visivo del film mi incuriosisce non poco…potrei anche decidere di guardarlo solo per questo motivo..vi farò sapere…by

  10. @countryfeedback: già, ma anche così possiamo accontentarciio aggiungerei un quarto punto forza: la colonna sonora@ale55andra: veramente inudibile e improponibile quel doppiaggio@edo: concordo anch’io@pickpocket: secondo me ne vale sul serio la penafammi sapere casomai!dome

  11. Penso che il simbolismo religioso che pregna il film gli nuoccia non poco.Lo trovo un po’ una lezione di catechismo per menti pure.Cioè al film nuoce il “Messaggio”, che finisce per divorare la narrazione, ridotta quasi a pretesto per veicolare il Verbo.E, in questo senso, i mirabolanti piani sequenza, certamente ben fatti (non è questo il punto) le macchie di sangue che schizzano sull’obiettivo (nemmeno fosse Spielberg) fungono da fumo negli occhi.Ci si accanisce contro i personaggi da stereotipo della Commedia americana, e poi qui non ci si insospettisce quando ogni carattere del film incarna un Valore, o sia riconducibile a una figura biblica.Tutto è gridato, il Messaggio ricordato ogni tre minuti, nulla rimane in filigrana, sotto la superficie.Una visione del futuro di certo possibile, ma un immaginario prevedibile e ingenuo, con un ricorso ostinato al simbolo e alla metafora gridata.E mi vado sempre più convincendo che l’apparato visivo spettacolare (sempre più bello e sempre più ben fatto) nel cinema di questi ultimi anni funga da cortina fumogena o comunque da ammiccamento per portare dalla propria parte il pubblico e fargli dimenticare che un film dovrebbe avere uno straccio di narrazione che non sia puro pretesto.So di essere in minoranza, visto l’entusiasmo che riscuote Cuaron, e che ha riscosso questo film, ma volevo offrire una visione diversa della pellicola.

  12. ecco io il simbolismo religioso non lo ho proprio digeritopurtroppo questo film ne è impregnatola tua visione diversa, in tutti i casi, è in parte condivisibiledico in parte perchè secondo me la spettacolarità non è semplicemente il mezzo per veicolare il verboc’è una storia interessante che ci viene raccontata, seppure zavorrata da simbolismi vari (i pesci, anche, i nemici dei cristiani… per dire), ed è a mio modo di vedere abbastanza futuribile e interessante

  13. A me son piaciute un sacco le sequenze di “guerriglia urbana” che ricordano molto l’intervento attuale inglese in Iraq. Mi ha dato fastidio il tono un po’ troppo british.

  14. A me è molto piaciuto, non ho trovato nessuna pecca (per questo concordo solo in parte con la rece), regia stupenda, fotografia idem, ideologia inquietante (perchè molto attuale)…saluti..

  15. @gianmario: a me non ha dato fastidiole sequenze di guerriglia urbana sono superlative@filippo: a me è molto piaciuto, ma purtroppo alcune pecche ci sono, e evidenti anchema in generale sono più che soddisfatto di averlo visto

  16. Hai ragione sui dialoghi. Alcuni davvero irritanti, altri smontano leteralmente il film, alcuni personaggi sono stereotipati, la neo-mamma è doppiata orribilmente (praticamente inguardiabile la versione ita) eppure ci sono sprazzi di rara bellezza.Protagonista ottimo e regista che fa veramente ben sperare!Trovato in dvd a ottimo prezzo, è divenuto subito mio, nonostante tutto!YOURSMAURO

  17. già un vero peccato che abbia questi difettima come dici tu offre sprazzi di rara bellezzacuaron fa ben sperare, hai ragionedome

  18. ma a me la cosa della donna col pancione mica è spiaciuta sai… il fatto che la sfera del sacro si inserisca in un contesto apocalittico rende la fantascenza molto più umana ed accettabile, soprattuto se la religione (come secondo me avviene in questo caso) diventa un’interpretazione proposta e non imposta… per i dialoghi hai proprio ragione.Y tu mama tambien è anche più bello, ma non so se l’ha fatto prima, nè se l’ho scritto giusto.comunque dome complimenti per la recensione!

  19. bè la lettura religiosa non è imposta, ma il simbolismo è troppo palese e poco velato, secondo mel’ha fatto prima (ma non so se lo hai scritto giusto ^^)grazie mille!dome

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...