Big Fish

USA 2003 Regia: Tim Burton Durata: 110 minuti (imdb)

Cast: Ewan McGregor, Albert Finney, Billy Crudup, Jessica Lange, Alison Lohman, Helena Bonham Carter, Steve Buscemi, Danny DeVito, Marion Cotillard

Edward Bloom, mosso dal suo spirito di avventura, si mette in viaggio alla ricerca di nuove di esperienze che il suo paesino non può più offrirgli.
Edward ama fantasticare sulle vicende che lo riguardano e riesce a meravigliare gli interlocutori con le sue storie incredibili. Fa eccezione il figlio William, allontanatosi dal padre con la convinzione di non averlo mai conosciuto veramente.
In occasione della malattia dell’ormai anziano Edward, i rapporti tra i due si riallacciano…
Fanta-Burton, cantastorie della nuova era, è angustiato a tal punto dalla realtà da volerla sempre “ricamare” con le sue storie fantastiche, con la tavolozza dei colori restituisce un po’ di vita a questo grigio mondo.
Il frutto della fantasia è maturo a tal punto da potersi staccare dall’albero della quotidianità, la vita di un uomo come tanti può dunque tramutarsi in un evento straordinario.
Un piccolo pesce può diventare grande, basta solo saperlo credere.
Le storie che Edward Bloom racconta finiscono per confondersi ed amalgamarsi alla realtà, forgiano il personaggio e la sua individualità.
La capacità di lasciar spazio alla propria immaginazione e di tuffarsi nel lago dei sogni non è certo falsità.
Il suo personaggio, proiezione di se stesso, vive e muore attraverso l’inventiva.
Veri e propri castelli costruiti a terra che grazie alla bellezza delle parole si ergono per sempre nel cielo e fluttuano nell’aria.
Edward si trova davanti ad un bivio, due strade si trovano di fronte a lui: la prima è quella percorsa e ripercorsa della normalità, della monotonia, la seconda è quella più difficoltosa, un cammino irto di ostacoli senza sbocchi se non nell’incredibile. Un cammino che pochi hanno il coraggio di percorrere, se non i difetti di fabbricazione di questa grande industria sociale che è il mondo. Edward non vede le cose a 180°, prova a ruotarle un po’, e a beneficiarne sono le persone che lo ascoltano e che sanno ancora emozionarsi con le favole (spettatori inclusi).
Big Fish è un film straordinario proprio perchè Burton è libero di muoversi in un terreno che gli è congeniale.
Personaggi fantastici, foreste incantate e pura immaginazione non sono solo di supporto alla storia reale, sono parte integrante di essa.
Questo fantastico cantastorie è uno dei pochi che ancora riesce a muovere corde che gli altri non sanno nemmeno sfiorare (e forse non ci provano neppure).
Dome
Annunci

45 pensieri su “Big Fish

  1. Ci pensavo qualche giorno fa a Big Fish,alla fine credo che sia il migliore film di Burton,ha la fantasia e l’immaginazione degli altri ma qui le caratteristiche di film precedenti sono gestite in maniera più matura.

  2. me li rivedo tutti e ti faccio sapere, ora non me la sento ^^in tutti i casi, per me le sue incursioni nell’animazione restano i suoi migliori lavoricerto big fish è notevolissimo(dome)

  3. Hai ragione sul film..La penso proprio così anche io.. E poi, sarò di parte ma…quanto è spettacolare Helena Bonham Carter?? saluti -Marla-

  4. ma tu e chiara vi siete messi d’accordo?Volete farmi ricordare tutte le lacrime che ho versato su questo (bellissimo) film?Non si fa così…

  5. la scena che adoro di più? lai in mezzo ad un gigantesco campo di fiori solo per conquistarla..che amore!!!!!!!una cosa che tutte le ragazze vorrebbero

  6. Questo è un gran film! Tim Burton come al solito riesce a stupire. Splendida la scena finale, in cui si vedono cadere tante convinzioni del protagonista. Nota di merito anche alla splendida sigla finale “Man of the hour” di Eddie Vedder, a sua volta commosso dalla visione del film!

  7. @rovistata: bene beneil sottoscritto prende appunti ^^in tutti i casi quella scena, da buon sentimentalista, piacque molto anche a me@shepp: mi sa che si sono commossi un po’ tutti!la scena finale, comunque, è da applauso(dome)

  8. Che brividoni Dome! A leggerti mi sono ricommossa un’altra volta! Dove l’ho lasciato il spirito da “dura durissima”?!Che film signori, davvero un rarissimo film… mai provate così tante emozioni contrastanti nel fazzoletto di due ore…e comunque siamo proprio dei “copioni” ;P che tempismo Dome!Shepp, mi ha dato una mano, cercavo proprio quella canzone!!!A presto!

  9. che brividi, puoi dirlo forte!ah io ho sempre lo spirito da “pacchetto di fazzoletti formato famiglia” che tengo sempre pronto vicino al divano…(per million dollar baby e mare dentro finì addirittura per non bastarmi ^^)questo film l’ho proprio “vissuto”, mi ha emozionato in maniera particolaresincronia perfetta comunque! a presto!(dome)

  10. Capolavoro assoluto… uno dei migliori film del nuovo millennio.Insieme ad “Edward mani di forbice”, il mio preferito del “cantastorie” Burton..

  11. edward mani di forbice è assolutamente imprescindibile!capolavoro assoluto big fish?facciamo capolavoro e basta ^^ (comunque hai ragione, uno dei film più importanti del nuovo millennio)

  12. Capolavoro nn saprei, penso ad altro quando pensi ai capolavori. Cmq grandissimo e stupendo film di uno dei miei registi preferiti. Emozionante, sognante, fantastico! Cmq il mio preferito di Burton rimane Ed Wood ^^

  13. @simone: burton andrebbe clonato@anonimo: bè ripensando alle emozioni e a quello che mi ha dato…. non posso che considerarlo un capolavoro ^^@countryfeedback: i miei burton preferiti di sempre restano i due film animati ^^questo però non è da meno, sicuramente

  14. Mi sento davvero in imbarazzo nel dovermi inserire “a gamba tesa” dopo tanti commenti positivi: ti dico solo che “Big Fish” non mi ha entusiasmato… il Burton che stra-adoro è quello “nero” dei vari Edward, Jack Skeleton e soprattutto Vincent (che hai postato, che genialata! che bello Vincent!)… “Big Fish” mi è parso un po’ troppo edulcorato e colorato… non prendetevela a male, è una mia personalissima opinione…comunque la rece non si discute, hai usato ancora una volta delle immagini splendide 😉

  15. a Venezia avrà il suo momentino di gloria. Ormai sta scolorendo anche Burton…speriamo che il prox non sia l’ennesimo film-fotocopia-illustrato!

  16. Anch’io vado controcorrente (provocatoriamente ^_^): non amo molto Burton (il suo film per me migliore resta Edward mani di forbice), non lo trovo visionario come, per esempio, un Terry Gilliam, e anche questo film è alla fine il solito elogio della vita borghese americana, con la mogliettina, la casetta, i fiori, ecc. Mentre lo vedevo, mi identificavo con il figlio, non con il padre… 😦

  17. Terry Gilliam piace molto anche a me!per me è tutt’altro che un elogio alla vita borghese americanaè lì l’errore, bisogna identificarsi nel padre! ^^insomma, io amo burton a tal punto che non riesco a capire come si faccia a non elogiarloevidentemente si può ^^

  18. Bellissimo blog…!Io adoro Tim Burton e o adorato le tue parole nel descrivere il suo film più “insolito”(anche se, in fondo, lo sono tutti xD). Perchè, proprio come hai detto tu, la differenza con gli altri(dark/gotici) sta nel fatto che “Big Fish” sia colorato.Anche per me, è tutt’altro che un elogio alla vita borghese americana: Edward(questo nome riccorre sempre nei film burtoniani!) è palesemente contro quel tipo di vita, gli sta stretta. E sogna, e racconta. E vive nella Fantasia…Suo figlio, inevece, lui sì che rispecchia la borghesia americana.E Tim, ovviamnete, è come il suo protagonista: un borghese americano a cui non interessa un bel niente della borghesia americana, anzi… Basta pensare alle villette color pastello in “Edward mani di Forbice”!!I miei Burton del cuore saranno sempre 1]”Edward Scissorhands”, 2]”Ed Wood” e 3]”Nightmare”.Ciao!Tornerò!^_^

  19. grazie per la visita e per il commento col quale concordo in toto(a parte l’assenza della sposa cadavere nella lista finale ^^)

  20. Alla fine della proiezione avevo due occhi colmi di lacrime e la mia ex (per fortuna ex) che sentenziava:”Non l’ho capitooo!”! Ciao, Ale

  21. bellissimo blog e soprattutto ottima recensione, con cui concordo pienamente!!!purtroppo non ho pianto solo la prima volta ke l’ho visto, ma ogni volta ke vedo quel finale magnifico le lacrime scendono da sole!!!!!!!!!il migliore di tim resta sempre edward mani di forbice, ma anke questo è stato sensazionale!!!!!!

  22. grazie per i complimentiedward mani di forbice è stupendo sul serio, io non saprei veramente quale mettere davanti (e poi la cosa non è strettamente necessaria, alla fine no?)bisogna piangere quando ci viene trasmesso qualcosa, quel qualcosa che qui passa attraverso le schermo e giunge dritto al cuoredome

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...