Il rullo compressore e il violino

Regia: Andrej Tarkovskij Durata: 45 minuti circa

Questo mediometraggio di Tarkovskij è la prova d’esame che lo diplomò alla VGIK di Mosca.
Sasha, giovanissimo violinista, stringe amicizia con Sergej, un operaio addetto al rullo compressore. Sasha si trova per la prima volta a dover affrontare il mondo esterno: scopre il valore del lavoro e si trova a dover difendere un bambino da un bullo. Il fanciullo regala a Sergej un piccolo saggio del suo talento durante la pausa pranzo, e i due si danno appuntamento per andare al cinema. La madre di Sasha, inflessibile, impedisce al bimbo di presentarsi all’appuntamento che immagina dunque di rincorrere lungo il piazzale il rullo compressore dell’amico operaio.
Seppur sia un’opera decisamente “scolastica” denota già il carattere anticonformista dell’autore.
Gli oggetti (e le persone) non vengono sempre catturati direttamente, ma vi è una marcata tendenza a utilizzare le immagini riflesse (ad esempio da uno specchio d’acqua) e la rifrazione della luce in fasci (sdoppiamenti di immagine).
Col il suo solito lirismo Tarkovskij ci parla dunque delle difficoltà dell’infanzia, del rapporto maestro-allievo. Più che il contenuto ciò che colpisce del film sono sicuramente lo stile, la sua reale surrealità, la sua finezza soave.
Avrei voluto vedere le facce dei professori!

[sette e mezzo]
Annunci

10 pensieri su “Il rullo compressore e il violino

  1. @conte: ti ringrazio!@chimy: ne vale la pena (specie se consideri la breve durata, non ti porta via molto tempo)ps: ho visto l’anno scorso a marienbad, veramente molto bello

  2. Ahi, ahi. Che tremenda confessione. Praticamente di Tarkovskij ho visto quasi tutto. Ma questo… ehm… no. Assolutamente da vedere. Inutile chiedertelo vero?Concordo con Conte Nebbia: prezioso lavoro d’archivio.

  3. Contento che t sia piaciuto “Marienbad”… dato che siamo in argomento l’ultimo di Resnais, “Cuori”, l’hai visto? A me era piaciuto moltissimo…Ciao, a presto

  4. @luciano: a me mancano ancora parecchi film del tarky, preferisco lasciar passare un po’ di tempo tra l’uno e l’altrosì, assolutamente da vedere, inutile dirlo ^^eh grazie!@chimy: “cuori”, purtroppo, l’ho perso 😦

  5. Questo film probabilmente lo hai visto solo tu e i professori della commissione della VGIK…quindi stavolta complimenti doppi anche per la lodevole operazione di recupero!

  6. Ragazzi ma qui macinate una quantità di film impressionante! siete veramente dei professionisti del cineblogging! 😦 Io tra il vedere un film e scrivere un post ci metto giorni….non è che avete qualche consiglietto?

  7. @pickpocket: he he he allarghiamo questa comunità ^^@trinity: gracias carissima!@espero: eh ma il tuo approccio mi sembra in definitica migliore, sai?meglio metterci giorni 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...