Metablogghica

In sala non c’è nulla di interessante (e fondamentalmente di fare 50 km per Sleuth non ne ho voglia), potrei parlare di Lang o Godard (e lo farò presto! la “programmazione” prevede “metropolis” e “fino all’ultimo respiro” ) ma il tempo latita (ancora esami!).
Ho perso il Decameron, non vogliatemi male, recupererò!
Potrei dire qualcosa sulla colonna sonora di “Into the wild”, ma sono fuori tempo massimo (in pillole: “rise” e “society” capolavori).
Ci sarebbe anche il racconto di un incontro romantico su di una scalinata di cui poter scrivere, o un quadro di Magritte di cui poter parlare.
Insomma le cose di cui parlare non mancano affatto, e sono anzi troppe, ed è proprio per questo che non scrivo alcuna.
Post vuoto?
Nullamente pieno, pienamente vuoto.
Vorrebbe dire qualcosa eppur non lo dice, dice tanto non dicendo un cazzo, o forse è proprio un post del cazzo!
Probabilmente è il mio “vuoto” che si manifesta all’esterno, o il mio “tutto” che è troppo e non riesce a riempire le righe.
Ci sono sempre più dubbi e sempre meno certezze. No, le certezze non sono mai esistite.
Decostruiamo insomma ancora un po’ questo post, cosa è che volevo dire al di là di questa serie di caratteri battuti un po’ a caso? Non ricordo.
Insomma, ci sarà pure un motivo per cui lo stesso è stato scritto!
Ormai è nato, è qui, si è palesato, ha preso forma!
Lo si potrebbe cancellare, lo si potrebbe mettere in bozza e dimenticarlo lì, eppure è ormai tardi.
Sembra quasi che abbia deciso da sè di volersi postare, al di là della mia volontà.
Guardate, stenta addirittura a chiudersi, come lo finiamo?
Si sta scrivendo ancora, è la tastiera ora a premere i tasti di sua iniziativa, il computer mi sta muovendo! Fermatelo, insomma, fate qualcosa!
Non riesco a celebrare il funerale della parola, non riesco a mandare sulla forca questo dannatissimo carattere, non c’è nessuna diga al fiume degli aggettivi.
“Il punto, dov’è il tasto del punto?”
“A destra della virgola!”
“Eccolo”
. Punto!
Annunci

11 pensieri su “Metablogghica

  1. Mi piacciono queste iniziative. Anch’io è tanto che sento il bisogno di fare qualcosa del genere. Scusami tanto ma prima o poi ti copierò. Ciao.

  2. Stavo appunto discutendo con un amico.. che i dubbi li ho sempre avuti in vita mia,soprattutto quanto riguarda l’onestà delle persone.Vedi che coincidenze!Un post che apparentemente non ha senso,invece chi legge ha appena pensato ciò che scrivi.Un abbraccio

  3. @luciano: figurati, anzi ora sono curioso di leggere quello che scriverai!@chiara: he he gesù, allora non solo da manicomio! significo! ^^@iggy: uffa alla richieste dirette non riesco mai a dire di no…però pensavo, a questo punto, di metterla in appendice nella recensione del film quando uscirà!

  4. Scelta interessante!!! Sarebbe poi stimolante parlare di quanto diverga l’immaginato (solo ascoltando la colonna sonora) dal visto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...