Io sono leggenda

Il film parte bene, se non benissimo, introducendoci all’interno della vita di Neville, nudo come la New York apocalittica che lo circonda, talmente solo e separato dal legame umano da tentare la comunicazione con dei manichini. Quel montaggio parallelo Neville/Samantha (che è il suo cane) con tanto di desonorizzazione inserisce l’elemento tensione, vissuto alternativamente dagli unici occhi possibili in quel deserto deumanizzato.
Se il lavoro fatto sul personaggio è perfetto quello fatto sui “mostri” è decisamente superficiale, il processo evolutivo è inviduato da salti logici abbastanza ampi che lasciano spazio all’ambiguità. Il problema è spaziale, dopo aver caratterizzato Neville non si riesce a fare lo stesso sullo spazio che lo circonda.
Non si riesce ad imbastire nessuna riflessione convincente o profonda sul Totale perché ci si concentra troppo sulla leggendarietà del singolo. La comunicazione dell’apocalisse, della sconfitta dell’uomo è eseguita praticamente solo attraverso quello scorrimento all’indietro che ci allontana dall’autovettura ferma (l’umanità non è più un treno in corsa).
Il problema è che ci si stacca, senza aver nemmeno approfondito, la questione umana per spostarsi su un piano teologico, l’uomo che sta cercando di sostituirsi a dio ne esce inesorabilmente sconfitto, ma per far ciò si serve di alcuni dialoghetti e di una scena finale (frettolosa) che fanno un po’ lezione di catechismo.
Il film ha alcune scene forti (quelle che sfruttano la luce come mezzo separatorio tra uomo e “mostro”), intervallate però da momenti abbastanza vuoti, essenzialmente privi di idee (ed anche i flashback non sono convincenti).
Peccato perché il film dimostra che un uso funzionale dell’effetto speciale è ancora possibile, perché c’è una sequenza (non vi anticipo quale) che riesce a lasciare il dolore fuori campo e a colpire abbastanza duramente, perché Will Smith dimostra di essere un ottimo attore (il peso del film è praticamente tutto sulle sue spalle).
Film nella media, a voi scegliere se accontentarsi o meno.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...