Sogni e delitti (Cassandra’s dream)

Nota personale: non sono dell’umore giusto per parlare di cinema, dunque opinioni inargomentate e cori da stadio, questa volta.
Eravamo pronti, da queste parti, a tirare fuori la solita frase: “Un Allen minore è sempre meglio….”. Questa volta, invece, stiamo parlando di un Allen maggiore, tornato in grandissima forma, ed era da 11 anni [il sottovalutatissimo capolavoro “Harry a pezzi”] che non si vedeva un Allen così.
L’ultimo Allen è catastrofico, nerissimo, è il fratello maggiore di “Match point” [in chiave dostoevskiana, soprattutto].
L’uomo innanzi alla montagna dei propri sogni trova la funivia, la scappatoia che lo porta in cima, ma in quel preciso istante si rende conto di aver superato un confine dal quale non si torna più indietro.
Allen riesce a creare una tensione incredibile proprio perché ci mostra la vera natura dell’omicidio [e l’omicidio è rappresentato da Allen nella maniera più naturale possibile, la pistola trema nella mano di colui che sceglie di togliere la vita].
Nessuna concessione all’uomo, ma una presa di coscienza dei suoi limiti.
Forse, davvero, l’unico difetto del film è quello di essere fin troppo perfetto [specie in fase di sceneggiatura ma, come sappiamo, quello è uno dei punti di forza del cinema alleniano].
Fotografia [Vilmos Zsigmond] a dir poco stupefacente, così come la prova di Colin Farrell [non solo figo ma anche bravo].
Di delusione nemmeno a parlarne, anzi, questa per quanto mi riguarda è una sorpresa [e, davvero, non è nemmeno più lecito esigere da Allen film di tale livello…].
Stendiamo un velo pietoso sul titolo italiano….
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...