Morti e risorti 1/3

Il cinema: supporto magnetico che nulla dimentica. Le morte in un film non è mai un evento definitivo, le vittime (gli oggetti “fucilati” dall’obiettivo) restano sospese tra vita e morte come mummie aggrovigliate nella celluloide (1). Ogni volta che (ri)vediamo un film è come se profanassimo una tomba per riportare in vita un defunto (la visione ci è negata senza “ritorno del morto”). La macchina da presa contraccambia il peso di una condanna alla metamorfosi (quello che sul set è “in vita” si trasforma in un evento registrato) con il dono dell’immortalità (il mezzo registrante è un “testimone oculare” infallibile, il registrato è una testimonianza destinata a vivere in eterno). Il grande sforzo di rappresentazione (e conservazione) della vita giunge al suo punto cruciale nel momento in cui deve essere messa in scena la morte (che è proprio l’atto culminante della vita), è proprio qui che il cinema tira fuori tutta la sua capacità di “memorizzazione”: pochi attimi devono divenire indimenticabili.

John Woo (2), in molte delle sue magistrali scene, contrasta il fulmineo incedere dell’azione con dei ralenti delle vittime colpite dagli spari. Un ingresso repentino nel campo a cui segue un decesso al ralenti, una vera e propria glorificazione della morte. Quello che doveva durare un istante è ora destinato a durare in eterno: dentro al cinema di Woo si vive per poco e si muore per sempre. Vittima dopo vittima, sparo dopo sparo, la morte si pone davanti a nostri occhi come un momento di sublimazione romantica a cui assistere meravigliati. Se a Tarantino interessa mostrare una persona che provoca la morte, a John Woo interessa la morte (3).

1 Penso al Baziniano “complesso della mummia”.
2 Mi riferisco in particolare al devastante “Hard Boiled” ma il discorso vale anche più generale.
3 Un piccolo omaggio ad una persona che purtroppo non c’è più….

(continua…)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...