5.

la rabbia è implacabile
sto per consegnare le mie parole al calibro starato dell’odio
questa gente
questi puntini luminosi luccicanti intermittenti
questo quadro da cui il mio sguardo ingabbiato cerca l’evasione
quest’illusione geneticamente modificata, coltivata dagli abili chimici della parola
questa gente, ancora
verso una meta precisa, senza uno scopo preciso
dal quadro emerge la figura della Depressione
posso leggerla in quelle espressioni prefabriccate
nei sorrisi da posa fotografica
gente che vomita sangue e sguazza nella propria merda
gente in ginocchio in attesa di un colpo di grazia a norma di legge
ma la legge viene riscritta, il comandamento giunge perentorio dal monte Sinai
la metamorfosi del diritto alla vita in dovere alla sopravvivenza è sancita
e la gente continua a strisciare, sbucciandosi le ginocchia sull’asfalto rovente
e intanto la merda si accumula, a formare piramidi
e l’uomo col saio comincia a frustarmi con tutta la forza che ha in corpo
grida all’eresia
l’uomo col saio mi strappa i capelli
il sangue mi cola sulle guance
globuli rossi come lacrime
lacrime di dolore per quel che resta di questa civiltà
lacrime che evaporano sulle bollenti ceneri di questa terra desolante
mi redimo, grande uomo col saio
mi genufletto e invoco il perdono
mi aggrappo allo scoglio della vostra immensa misericordia
e le luci si spengono dolcemente
la terra sprofonda nel sonno
vorrei campionare le immagini oniriche di questi scheletri coperti d’epidermide
ma le forze mi abbandonano, lentamente
i fluidi scivolano via dal mio corpo
l’abbandono è irreversibile
mi adagio al suolo, in fin di vita
indegno di ogni estrema unzione
le ceneri di questa terra desolante saranno il mio sepolcro

Annunci

2 pensieri su “5.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...