B.B. sul manto nevoso

Dove sei, rifugio
dietro la porta di ghiaccio
ancora giace la mia attesa.

C’è una vecchia cassetta di Aladdin sdraiata sulla superficie polverosa di un mobile in mogano a catturare la persistenza dello sguardo di B.B; poi, lentamente, volge altrove. C’è qualcosa di permanente nel noce esasperato dalla neve, un ritaglio nel perimetro della finestra: è una sorta di residuo fisso, una resistenza gloriosa all’esteriorità. B.B. esce di casa; oltre un vecchio traliccio eroso dall’insistenza di mille sguardi il paese si divarica ai suoi occhi, gelido e ovattato, friabile. Orme come tracce di un appena passato. Precarietà. B.B. trascina incudini nel cuore, si abbandona a un breve pianto stalattitico, poi si esilia, abbandona il suo corpo alla polvere dei ricordi, infine si arena, sprofonda nelle neve alta; il gelo lo riconsegna al presente. B.B. elabora il lutto ogni istante, addolorato dalle cose che si spezzano continuamente, che non possono stare in piedi e crollano, tornano in piedi, ricrollano. Ciò che un tempo era brace ora è cenere sul suo cuore.

Annunci

Un pensiero su “B.B. sul manto nevoso

  1. Ciao, scusami l’OT, sono Noodles di splinder. Sto cercando di aprire un blog su wordpress… che tu sappia è possibile importare i post di splinder su questa piattaforma?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...