Scatoloni

Ricordo che quando ero piccolo mi regalarono un televisore. Allora mi parve immenso, dato che ero piuttosto piccino. Prima dell’avvento degli LCD gli scatoloni per televisori erano abbastanza ampi perché un bambino potesse starci – più o meno comodamente – dentro; così chiesi a mia madre il permesso di tenere la scatola e lei mi disse che sì, potevo. Sistemai un cuscino e una coperta al suo interno e ne feci il mio rifugio; quando mi capitava di avere paura di qualcosa (e accadeva spesso) correvo a ripararmi nello scatolone, e se la paura era tanta lo richiudevo su di me ad avvolgermi del buio. Non saprei perché, ma lì dentro mi sentivo protetto, invulnerabile, saponetta sgusciante dalle mani del mondo esterno. Non sono molto cambiato, da allora, anche se non ho più il mio vecchio scatolone, e allora mi creo degli scatoloni che non si possono toccare. Ora mi chiedo se sarebbe opportuno chiederti di tendermi la mano e tirarmi fuori di qui, se non sia un compito troppo gravoso per una persona e se non dovrei piuttosto imparare a essere autosufficiente. Non è opportuno solo perché è una cosa che deve partire dal cuore, non da una richiesta. Non ho mai creduto nell’autosufficienza, mi sembra una cosa nobile da perseguire, ma non capisco perché bisognerebbe farlo. Prendi il collo per esempio, la testa non la puoi ruotare, e allora se hai paura di essere attaccata meschinamente alle spalle ti devi voltare di scatto, ma così scopri immediatamente la zona che stavi controllando, e devi voltarti di nuovo, e poi ancora, ed è una gran fatica. Se appoggiassi la tua schiena alla mia sarebbe un altro paio di maniche. Se il nemico che hai alle spalle sei tu stesso egli ruota insieme a te. Non hai modo di voltare le spalle a te stesso, diceva Henry Miller, e secondo me la cosa continua a valere anche al di fuori della sala di specchi.
Spero che un giorno tu possa tirarmi fuori dallo scatolone e dirmi che non ne ho più bisogno, che ora ci sei tu, ci sei tu.

Annunci

6 pensieri su “Scatoloni

  1. Che bello, molto bello. Mi verrebbe anche un po’ da piangere ma disce non sia troppo virile

  2. Eh infatti sabato mi son riguardato Eternal Sunshine of the Spotless Mind. Per la serie “Cercarsele”…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...